Infernetto Magazine

Vai ai contenuti

Menu principale:

PER I TIFOSI GIALLOROSSI
FORZA MAGICA

la rivista romanista
Sfogliala online
EDITORIALE

La televisione generalista crea ignoranza: perchè allora non utilizzare la sua popolarità per diffondere al contrario cultura provando a formare le nostre coscienze su valori umanistici? Non bisognerebbe forse ripensare la televisione, trasformandola dall'attuale contenitore di spazzatura qual è oggi in strumento di progresso e di evoluzione della società italiana? Come è possibile che non ci si renda conto della pesante responsabilità di questo media di massa riguardo le derive letali a danno delle nostre intelligenze e sopratutto sensibilità? Oramai infatti non è più sufficiente cambiare canale a fronte di chi trascorre il suo tempo libero davanti a veri e propri veleni per sguardi e timpani che a mio avviso riscuotono incredibilmente vasto seguito da fasce di telespettatori deboli, come bambini e anziani da una parte, e dall'altra dai culturalmente più labili e quindi consumatori passivi e inconsapevoli circa i rischi che si corrono, facendo entrare spesso e volentieri nelle nostre case e menti il peggio del peggio di questo Paese allo sbando sotto ogni aspetto sociologico, politico e economico? E infine, perchè chi di dovere non si rende conto che il rinascimento dell'Italia, che è necessario per non rimanere impatantati come siamo ormai ora e da almeno un ventennio pieno, non possa razionalmente che passare attraverso una costante ricerca e messa in onda di una maggior qualità di programmi e palinsesti televisivi che oggi è più che scarsa se non del tutto assente? Non abbiamo ancora compreso che involontariamente tendiamo un po' tutti a ergere a modelli i personaggi televisivi avendo però perduto la capacità di discernere finanche il bene dal male, ma sopratutto che i mass media stiano di fatto distruggendo l'educazione dei nostri figli, resa dagli stessi media di massa quasi del tutto impossibile sia in famiglia che a scuola?


                                                                   Sir Galahad


 
Copyright 2015. All rights reserved.
Torna ai contenuti | Torna al menu