Infernetto Magazine

Vai ai contenuti

Menu principale:

PER I TIFOSI GIALLOROSSI
FORZA MAGICA

la rivista romanista
Sfogliala online
EDITORIALE

A fronte dei duecentomila residenti ufficialmente censiti fino a vent'anni fa il decimo municipio sfiora oggi i trecentomila abitanti e ciò significa che nel tempo siamo aumentati del cinquanta per cento in più. Tuttavia non sono aumentati i servizi né è stata sviluppata di conseguenza la rete viaria, fognaria e di trasporto così come rispetto al passato sono diminuite e non accresciute le opportunità e i posti di lavoro. Su tutti, quelli che ne hanno risentito di più piuttosto che trarne vantaggio sono stati i piccoli e medi iimprenditori e commercianti che sono stati di fatto abbandonati a se stessi, schiacciati da una parte dalla cosiddetta "crisi economica' e non sostenuti dall'altra dai governi di Roma e del decimo che si sono succeduti nel tempo. Eppure siamo il "Mare di Roma", una meta turistica per vocazione situata a quindici chilometri dal centro di Roma e a meno di un terzo dall'aeroporto di Fiumicino in cui ogni anno vengono in visita e  transitano milioni e milioni di persone. Cosa non ha funzionato dalla seconda metà degli anni novanta fino ad oggi? Perché siamo passati dall'essere presenti e onorati sui francobolli e le tessere telefoniche con su scritto: "OSTIA LA BELLA" ai vespasiani posizionati su un lungomare depotenziato e abbrutito, che più che ricordare e ambire di superare in bellezza le più note costiere nazionali, francesi, croate e spagnole ci riportano indietro di quaranta, cinquant'anni ai tempi di Pier Paolo Pasolini e del film "Amore tossico"? Ma sopratutto: cosa si potrà e dovrà fare per capovolgere il mesto e avvilente stato di cose attuale da qui a un tempo a breve e medio termine, ossia prima di continuare ad aumentare pericolosamente la distanza da un punto di non ritorno che da tempo abbiamo ormai dapprima toccato e poi superato in cui è chiaro siamo tenuti in scacco e prigionieri tutti?

                                                                   Sir Galahad


 
Copyright 2015. All rights reserved.
Torna ai contenuti | Torna al menu